A Roma per formare chirurghi sulla via d’accesso anteriore nella protesi d’anca

Nell’ambito del programma “flying doctor training surgeon” che proseguirà nei prossimi mesi presso diverse strutture sanitarie in tutta Italia, il dottor Paolo Razzaboni nei giorni scorsi è stato ospite all’Ospedale San Carlo di Nancy di Roma dove ha effettuato alcuni interventi di protesi d’anca con via d’accesso anteriore mininvasiva,...

Casco chirurgico per la sicurezza di pazienti e operatori

L’Ospedale Privato Accreditato Villa Maria di Rimini, con cui il dottor Razzaboni collabora da oltre dieci anni e dove svolge attività ambulatoriale e chirurgica, ha compiuto un nuovo passo avanti per la tutela della salute degli utenti, in particolare dei pazienti chirurgici, innalzando così la qualità della propria assistenza...

Paolo Razzaboni in tv sulla protesi d’anca per via anteriore diretta

Il dottor Paolo Razzaboni è stato ospite nei giorni scorsi di “Salute InForma”, la storica trasmissione di informazione e divulgazione medico-scientifica condotta dal dottor Saverio Ruggeri, trasmessa da oltre 10 anni su VideoRegione (CH 12 DT). Perché oggi la tecnica chirurgica con via d’accesso anteriore diretta in un intervento di...

Sì alla vaccinazione Covid-19 per vincere la pandemia

Il dottor Paolo Razzaboni ha effettuato questa settimana la vaccinazione contro il Covid-19, aderendo così alla campagna vaccinale avviata, al momento, per gli operatori sanitari. La ricerca medico-scientifica sta mettendo a disposizione le armi contro il virus e per chi si prende cura della salute delle persone è un...

Protesi d’anca bilaterale: con DAA l’intervento in contemporanea si può

L’esame clinico e lo studio delle immagini radiografiche e della risonanza magnetica non hanno lasciato dubbi al dottor Paolo Razzaboni, specialista in chirurgia protesica e mininvasiva d’anca: degenerazione dell’articolazione dell’anca effetto di un conflitto femoro-acetabolare (FAI) bilaterale. Questo il quadro diagnostico che, a soli 46 anni, ha portato un...

Tecnica mininvasiva per via anteriore: due nuovi casi di successo di artroprotesi d’anca

Due donne con la medesima diagnosi: grave coxartrosi dell’anca che da tempo limita le funzionalità dell’articolazione e, in particolare, la capacità deambulatoria. In un caso, la paziente 93enne ha sviluppato la patologia, di tipo primitivo, per effetto della progressiva degenerazione articolare che ha portato, nel tempo, ad un crescente e...